Colesterolo, occhio al cocco!

noce di cocco

noce di cocco

La noce di cocco è una pericolosa fonte di grassi da consumare con cautela o una panacea in grado di dare una marcia in più alla nostra salute come affermano numerosi siti internet di Medicina alternativa? La risposta esatta è purtroppo la prima, come sottolineano l’American Heart Association e la National Heart Foundation.Nonostante la natura vegetale dell’olio e del latte di cocco, infatti, si tratta di prodotti ricchissimi di grassi saturi (nell’olio di cocco si arriva a un 85-90 per cento), estremamente dannosi per la salute. Persino nel latte di cocco a ridotto contenuto di grassi esistente in commercio si hanno 10 grammi di grassi saturi ogni 100 grammi di prodotto, a fronte per esempio del 2,3 per cento presente nel latte intero di mucca.

Numerosi siti internet dedicati alla Medicina alternativa affermano che i grassi saturi del cocco sarebbero comunque diversi da quelli di origine animale e quindi meno dannosi, ma è provato scientificamente che il consumo di cocco porta a un sensibile innalzamento dei valori di colesterolo LDL.

Fonte: Nogrady B. Coconut: good fat or bad? ABC Health 25/09/2008.

Leave a Reply